Laboratorio di cartografia tematica con tecniche GIS base (20h)

Laboratorio di cartografia tematica con tecniche GIS base

Laboratori da 20h

QUALI SONO LE FINALITÀ DEL LABORATORIO? 

A seguito delle esigenze manifestate dai diversi ordini e collegi professionali intervistati, abbiamo predisposto un programma didattico tale da permettere lo sviluppo di competenze tecniche e tecnologiche per la gestione dei file cartografici di tipo Geographic Information System – GIS compatibile (shape file), ovvero dati compatibili con gli standard dei Sistemi Informativi Territoriali (SIT).

Il progetto è tuttavia funzionale anche per avesse già maturato esperienza in materia e avesse la necessità di approfondire gli aspetti essenziali del GIS o migrare velocemente verso l’utilizzo di piattaforma gratuita open source, da utilizzare nel contesto lavorativo quotidiano.

Il programma didattico teorico-pratico è strutturato per fornire le tecniche e le tecnologie per sviluppare un Sistema Informativo Territoriale e prevede l’utilizzo di software liberi open source e open data, messi a disposizione dalle Pubbliche Amministrazioni.

Saranno affrontati e approfonditi tramite esercitazioni pratiche tutti gli argomenti necessari per lavorare con gli strumenti GIS. Al termine del percorso il partecipante sarà in grado di creare e gestire cartografie digitali e acquisirà le competenze per lavorare con qualsiasi piattaforma GIS.

QUALI SONO LE MODALITÀ DI SVOLGIMENTO?

Il Laboratorio è articolato in moduli teorici e pratici per una durata complessiva di 20 ore, suddivise in 4 moduli da 5 ore, pensato per un numero massimo di 20 partecipanti.

La metodologia didattica prevede la presenza simultanea di due docenti, al fine di supportare i discenti per le applicazioni pratiche delle nozioni acquisite. A tale scopo è necessario l’utilizzo del proprio personal computer. Ad ogni partecipante verrà rilasciato un Attestato di competenza sugli argomenti trattati e saranno riconosciuti i CFP per l’aggiornamento professionale.

Si precisa che l’avvio del laboratorio è subordinato al completamento della classe con un numero minimo di 10 partecipanti.

CONTATTACI se vuoi essere informato sulle prossime date o se sei un Ordine Professionale interessato ad organizzare un laboratorio. Lascia un messaggio e verrai ricontattato.

easygis corso gis
easygis corso gis
easygis corso gis

PROGRAMMA


  ARGOMENTO DESCRIZIONE ORE
MODULO 1 – STRUMENTI BASE
1 Introduzione al GIS Che cos’è il GIS, breve storia, campi di applicazione, lo stato dell’arte tecnologico, come scegliere un software GIS, i software gratuiti Open Source, installazione del software QGIS 1
2 Sistemi di riferimento cartografici Le proiezioni cartografiche applicate al GIS, i sistemi di coordinate utilizzati in Italia, l’EPSG. 1
3 Il Formato dati del GIS Formato raster e formato vettoriale (ESRI shapefile, ECW, CAD, servizi di interoperabilità ecc.) 2
4 Servizi di interoperabilità con il Sistema Informativo Territoriale Regionale SITR Connessione di QGIS con i servizi websevices (OGC): Web Map Service (WMS) e Web Feature Service (WFS). I Geoportali. 1

Totale ore Modulo 1

5
MODULO 2 – STRUMENTI AVANZATI
1 Gestione dei dati vettoriali Tematizzazione, vestizione ed etichettatura dei dati vettoriali 1
2 Costruzione dei dati vettoriali Costruzione e salvataggio di un nuovo shapefile, importazione ed esportazione dati CAD nel GIS. Importazione di punti da file di testo (CSV, txt, asc ecc.), importazione dati GPS 2
3 Editing Editing geometrico e tabellare, strumenti di disegno 2

Totale ore Modulo 2

5
MODULO 3 – STRUMENTI AVANZATI II
1 Interrogazioni e filtri geografici Interrogazione dei dati tabellari, interrogazione spaziale, filtro per attributi e filtro geometrico. 1
2 Gestione dei dati Raster Le ortofoto, i modelli digitali di terreno (Digital Elevation Model – DEM), le cartografie IGM 2
3 Layout di stampa Costruzione di un layout di stampa, impostazione di: coordinate, scala, legenda ecc. 2

Totale ore Modulo 3

5
MODULO 4 – CARTOGRAFIA TEMATICA
1 La Cartografia tematica, il GIS per il Governo del Territorio Come si costruisce, specifiche tecniche, standard di riferimento. La cartografia tematica RAS: Urbanistica, Ambiente, Paesaggio, Turismo, Beni ambientali ecc. 1
2 La cartografia catastale GIS La nuova cartografia catastale in formato GIS in proiezione Gauss-Boaga della Regione Sardegna, la Cartografia catastale dell’Agenzia delle Entrate. 1
3 Applicazioni Costruzione di cartografie tematiche – applicazione a casi di studio reali 3

Totale ore Modulo 4

5
Totale ore Corso 20

Laboratori da 20h

Laboratori Specialistici GIS 20H

QUALI SONO LE FINALITA’ DEL LABORATORIO? 

Il Progetto didattico dei “Laboratori Specialistici” è strutturato in 4 laboratori (20h ciascuno) pensati per chi non avesse nessuna esperienza e/o conoscenza pregressa in materia di GIS. Tuttavia il progetto è funzionale anche per chi avesse già maturato esperienza in materia e avesse la necessità di approfondire gli aspetti essenziali del GIS oppure volesse migrare velocemente verso l’utilizzo di una piattaforma gratuita open source, da utilizzare nel contesto lavorativo quotidiano. I laboratori teorico-pratici sono strutturati per fornire le tecniche e le tecnologie per sviluppare un Sistema Informativo Territoriale e prevedono l’utilizzo di software liberi open source e open data messi a disposizione dalle Pubbliche Amministrazioni. A conclusione del progetto didattico i partecipanti acquisiranno le competenze per sviluppare e gestire autonomamente un Sistema Informativo Territoriale in un contesto professionale reale. .

QUALI SONO I VANTAGGI DI QUESTI LABORATORI?

  • Imparerai ad utilizzare uno tra i più potenti software GIS open source, professionale e gratuito;
  • Sarai in grado di utilizzare i principali comandi e le principali funzioni per la gestione dei dati Vettoriali (shapefile ecc.)
  • Sarai in grado di utilizzare i principali comandi e le principali funzioni per la gestione delle immagini Raster (ecw, geotiff ecc.)
  • Sarai in grado di produrre e stampare cartografie tematiche specifiche per il tuo contesto lavorativo;
  • Imparerai a reperire ed utilizzare le cartografie digitali ufficiali open data;
  • Saprai costruire una cartografia digitale partendo dagli open data territoriali messi a disposizione dalle pubbliche amministrazioni tramite i loro canali ufficiali;

.

QUALI SONO LE MODALITÀ DI SVOLGIMENTO?

Ogni laboratorio, all’interno di uno stesso Progetto didattico, può essere seguito indipendentemente dagli altri e si sviluppa in 20 ore, con un massimo di 20 partecipanti. La metodologia didattica prevede applicazioni pratiche delle nozioni acquisite pertanto è richiesto l’uso del proprio personal computer.

QUALI LABORATORI SONO DISPONIBILI?

I laboratori disponibili all’interno del progetto didattico “Laboratori Specialistici” sono 3:

CONTATTACI se vuoi essere informato sulle prossime date o se sei un Ordine Professionale interessato ad organizzare un laboratorio. Lascia un messaggio e verrai ricontattato.

Programma


Laboratorio di cartografia tematica con tecniche GIS base

  ARGOMENTO DESCRIZIONE ORE
MODULO 1 – STRUMENTI BASE
1 Introduzione al GIS Che cos’è il GIS, breve storia, campi di applicazione, lo stato dell’arte tecnologico, come scegliere un software GIS, i software gratuiti Open Source, installazione del software QGIS 1
2 Sistemi di riferimento cartografici Le proiezioni cartografiche applicate al GIS, i sistemi di coordinate utilizzati in Italia, l’EPSG. 1
3 Il Formato dati del GIS Formato raster e formato vettoriale (ESRI shapefile, ECW, CAD, servizi di interoperabilità ecc.) 2
4 Servizi di interoperabilità con il Sistema Informativo Territoriale Regionale SITR Connessione di QGIS con i servizi websevices (OGC): Web Map Service (WMS) e Web Feature Service (WFS). I Geoportali. 1

Totale ore Modulo 1

5
MODULO 2 – STRUMENTI AVANZATI
1 Gestione dei dati vettoriali Tematizzazione, vestizione ed etichettatura dei dati vettoriali 1
2 Costruzione dei dati vettoriali Costruzione e salvataggio di un nuovo shapefile, importazione ed esportazione dati CAD nel GIS. Importazione di punti da file di testo (CSV, txt, asc ecc.), importazione dati GPS 2
3 Editing Editing geometrico e tabellare, strumenti di disegno 2

Totale ore Modulo 2

5
MODULO 3 – STRUMENTI AVANZATI II
1 Interrogazioni e filtri geografici Interrogazione dei dati tabellari, interrogazione spaziale, filtro per attributi e filtro geometrico. 1
2 Gestione dei dati Raster Le ortofoto, i modelli digitali di terreno (Digital Elevation Model – DEM), le cartografie IGM 2
3 Layout di stampa Costruzione di un layout di stampa, impostazione di: coordinate, scala, legenda ecc. 2

Totale ore Modulo 3

5
MODULO 4 – CARTOGRAFIA TEMATICA
1 La Cartografia tematica, il GIS per il Governo del Territorio Come si costruisce, specifiche tecniche, standard di riferimento. La cartografia tematica RAS: Urbanistica, Ambiente, Paesaggio, Turismo, Beni ambientali ecc. 1
2 La cartografia catastale GIS La nuova cartografia catastale in formato GIS in proiezione Gauss-Boaga della Regione Sardegna, la Cartografia catastale dell’Agenzia delle Entrate. 1
3 Applicazioni Costruzione di cartografie tematiche – applicazione a casi di studio reali 3

Totale ore Modulo 4

5
Totale ore Corso 20

Laboratorio di cartografia tematica avanzata con tecniche GIS

  ARGOMENTO DESCRIZIONE ORE
MODULO 1 – LA CARTOGRAFIA GIS DI BASE
1 Introduzione agli strumenti avanzati per la cartografia GIS Introduzione agli argomenti del laboratorio, test di ingresso, panoramica sugli strumenti avanzati per la cartografia GIS (editing avanzato, geoprocessing ecc.), riepilogo sui sistemi di posizionamento ed EPSG 1
2 I dati GIS per la cartografia di base Scelta dei tematismi di base, come reperire i dati, servizi webservices (OGC) Web Feature Service (WFS) 1
3 La tematizzazione della cartografia di base Tematizzazione, vestizione ed etichettatura dei dati vettoriali e raster per la cartografia di base, applicazione degli standard IGMI 2
Totale ore Modulo 1 4
MODULO 2 – LA CARTOGRAFIA GIS PER IL PUC
4 Gestione dei dati vettoriali Tematizzazione, vestizione ed etichettatura dei dati vettoriali secondo gli standard regionali per i PUC (con particolare attenzione alle zone extraurbane) 2
5 Editing delle informazioni Editing tabellare e geometrico delle informazioni GIS sui PUC 1
6 Costruzione della cartografia GIS per il PUC Costruzione e verifica della cartografia GIS, applicazione dei tematismi su base cartografica specifica, integrazione con altre informazioni utili (es. PPR) 1
Totale ore Modulo 2 4
MODULO 3 – LA CARTOGRAFIA GIS DELL’USO DEL SUOLO DA FOTOINTERPRETAZIONE
7 Gestione dei dati Raster per la fotointerpretazione Le ortofoto e le tecniche di fotointerpretazione per l’uso del suolo 1
8 Costruzione dei dati vettoriali per l’uso del suolo Costruzione e salvataggio di un nuovo shapefile per la cartografia dell’uso del solo secondo gli standard Corinne Land Cover 2
9 Editing avanzato Editing geometrico e tabellare 1
Totale ore Modulo 3 4
MODULO 4 – LA STAMPA DELLA CARTOGRAFIA TEMATICA GIS
10 Layout di stampa avanzato per la cartografia tematica Costruzione di un layout di stampa avanzato, impostazione di: cartiglio, titolo, coordinate, scala, legenda ecc. 1
11 Costruzione e allestimento per la stampa di cartografie tematiche

Allestimento per la stampa delle seguenti cartografie:

  • cartografia di base;
  • cartografia del PUC;
  • cartografia dell’Uso del Suolo.
3
Totale ore Modulo 4 4
Totale ore Corso 16

GIS e Fotogrammetria

  ARGOMENTO DESCRIZIONE ORE
MODULO 1 – GLI STRUMENTI GIS
1 Introduzione al GIS, Sistemi di riferimento cartografici. Che cos’è il GIS, breve storia, campi di applicazione. I software gratuiti Open Source, installazione del software QGIS. Le proiezioni cartografiche applicate al GIS, i sistemi di coordinate utilizzati in Sardegna, l’EPSG. 1
2 Il Formato dati del GIS Formato raster e formato vettoriale (ESRI shapefile, ECW, CAD, servizi di interoperabilità ecc.). Connessione di QGIS con i servizi web della Regione Sardegna: Web Map Service (WMS) e Web Feature Service (WFS). I Geoportali 1
3 Gestione dei dati vettoriali Vestizione ed etichettatura dei dati vettoriali. Costruzione di dati vettoriali ex novo, creazione e salvataggio di un nuovo shapefile. Editing geometrico e tabellare, strumenti di disegno. 1
4 Gestione dei dati Raster Tematizzazione base e avanzata. Analisi ed elaborazione dei dati raster. I modelli digitali di terreno (Digital Elevation Model – DEM). Le ortofoto regionali dal 1954 a oggi. 1
5 Esercitazione Esercitazione guidata sulle principali tecniche GIS 1
Totale ore Modulo I 5
MODULO 2 – PRINCIPI DI FOTOGRAMMETRIA
1 GPS e interoperabilità con i sistemi GIS I sistemi di posizionamento globale. Importazione dati in GIS da GPS. Esercitazione 1
2 Fotogrammetria tradizionale Principi di fotogrammetria. Stereoscopia e restituzione nella fotogrammetria tradizionale. 1
3 Fotogrammetria digitale Strumenti di acquisizione digitale ed elaborazione del dato. DEM, DSM, DTM e la modellazione tridimensionale digitale. 1
4 I Droni e gli Aspetti normativi Cosa sono i Droni (A.P.R.), qual è la normativa di riferimento. 2
Totale ore Modulo II 5
MODULO 3 – IL RILIEVO
1 Aspetti tecnici La fotogrammetria da SAPR. Rilievo topografico con strumentazione GPS con misure dirette di punti a terra stabiliti. 1
2 Il piano di volo Aspetti tecnici da considerare: pianificazione, strisciate, sovrapposizione, GSD, quote di volo e orientamento della fotocamera. 1
3 Elaborazione dati Post-processing ed esportazione delle immagini acquisite tramite software specifici (Photoscan, Cloud compare ecc.). Elaborazione dei dati fotogrammetrici acquisiti: nuvola di punti, mesh, texture, ortofoto. 3
Totale ore Modulo III 5
MODULO 4 – ELABORAZIONE DEL RILIEVO
1 Esercitazione pratica Prova pratica di rilievo e restituzione del dato. Processamento dati: orientamento, generazione nuvola di punti, ortofoto. Elaborazione ed esportazione delle immagini acquisite. 5
Totale ore Modulo IV 5
Totale ore Corso 20

Laboratorio di cartografia tematica per guide ambientali escursionistiche-AIGAE

  ARGOMENTO DESCRIZIONE ORE
MODULO 1 – STRUMENTI DI BASE
1 Introduzione al GIS, Sistemi di riferimento cartografici. Che cos’è il GIS, breve storia, campi di applicazione, lo stato dell’arte tecnologico, come scegliere un software GIS, i software gratuiti Open Source, installazione del software QGIS. Le proiezioni cartografiche applicate al GIS, i sistemi di coordinate utilizzati in Sardegna, l’EPSG. 1
2 Il Formato dati del GIS Formato raster e formato vettoriale (ESRI shapefile, ECW, CAD, servizi di interoperabilità ecc.). Connessione di QGIS con i servizi web della Regione Sardegna: Web Map Service (WMS) e Web Feature Service (WFS). I Geoportali per il reperimento delle informazione geografiche 1
3 Gestione dei dati vettoriali Tematizzazione, vestizione ed etichettatura dei dati vettoriali. Importazione di punti da file di testo (CSV, txt, asc ecc.), importazione dati GPS 1
4 Gestione dei dati Raster Le ortofoto regionali dal 1954 a oggi, i modelli digitali di terreno (Digital Elevation Model – DEM) 1
5 Interoperabilità del CAD nel GIS Le procedure di importazione ed esportazione dei file GIS in ambiente CAD. 1
Totale ore Modulo I 5
MODULO 2 – STRUMENTI AVANZATI
1 Editing Costruzione di dati vettoriali, creazione e salvataggio di un nuovo shapefile. Editing geometrico e tabellare, strumenti di disegno. 2
2 Tematizzazione avanzata Gestione della simbologia nel GIS. Vestizione e etichettatura delle cartografie tematiche. 2
3 Interrogazioni e filtri Interrogazione dei dati tabellari, interrogazione spaziale, filtro per attributi e filtro geometrico. 1
Totale ore Modulo II 5
MODULO 3 – COSTRUZIONE DI INFORMAZIONI PER LA CARTOGRAFIE ESCURSIONISTICA
1 Gli standard Regionali Organizzazione del database GIS secondo gli standard dei capitolati Regionali per la predisposizione di itinerari turistici (P.O. FESR 2007 – 2013) 1
2 Georeferenziazione di un raster Tecniche di georeferenziazione delle immagini raster (foto aeree, cartografie ecc.) 1
3 Punti di Interesse (POI) Posizionamento e Gestione dei Point Of Interest (POI), costruzione del database specifico 2
4 Costruzione di un percorso/itinerario Tecniche di disegno avanzato per la costruzione di un percorso/itinerario; calcolo del profilo topografico/altimetrico del percorso 1
Totale ore Modulo III 5
MODULO 4 – ESPORTAZIONE E STAMPA DELLE CARTOGRAFIE ESCURSIONISTICHE
1 Costruzione del roadbook Realizzazione del Roadbook come in formato GIS compatibile 1
2 Pubblicazione dei risultati (web) Esportazione nei formati google compatibili (Google Maps, Google Earth, pubblicazione web ecc.); 2
3 Pubblicazione dei risultati (stampa) Costruzione di un layout di stampa per la pubblicazione delle cartografie; impostazione di: coordinate, scala, legenda ecc. 2
Totale ore Modulo IV 5
Totale ore Corso 20

GIS AIGAE

Laboratorio di cartografia tematica per guide ambientali escursionistiche-AIGAE

Laboratori da 20H

QUALI SONO LE FINALITA’ DEL CORSO?

Il Progetto formativo è strutturato per fornire ai partecipanti le conoscenze e le tecnologie per sviluppare delle cartografie di percorsi escursionistici attraverso le moderne tecniche di cartografia elettronica e digitale. Il laboratorio permetterà l’applicazione delle metodologie GIS (Geoghraphic Information System) utilizzando software gratuiti open source e gli open data messi a disposizione dalle Pubbliche Amministrazioni (basi cartografiche, cartografie tematiche ambientali ecc.).
Il laboratorio è rivolto sia a chi non ha ancora maturato nessuna esperienza in materia di cartografia elettronica sia per persone che utilizzano software GIS commerciali e vogliono migrare velocemente verso una piattaforma open source. Saranno affrontati e approfonditi, anche tramite esercitazioni pratiche, tutti gli argomenti necessari per lavorare con gli strumenti GIS.

QUALI SONO I VANTAGGI DI QUESTO LABORATORIO?

  • Sarai in grado di creare e gestire cartografie digitali con percorsi e itinerari;
  • Sarai in grado di produrre cartografie tematiche specifiche per il tuo contesto lavorativo;
  • Imparerai ad utilizzare uno tra i più potenti software GIS open source, professionale e gratuito;
  • Imparerai a reperire ed utilizzare le cartografie digitali ufficiali open data;
  • Saprai costruire una cartografia digitale partendo dagli open data territoriali messi a disposizione dalle pubbliche amministrazioni tramite i loro canali ufficiali;
  • Avrai modo di approfondire, attraverso un approccio cartografico, argomenti fondamentali per la gestione del territorio quali la nuova Cartografia Tecnica Regionale, il Piano Paesaggistico Regionale (PPR), l’Uso del Suolo, la Cartografia Geologica, i Piani di Protezione Civile, i PUC, le Aree tutelate, Beni Ambientali e Storico-culturali  ecc.

.

QUALI SONO LE MODALITÀ DI SVOLGIMENTO?

Il laboratorio è articolato in 4 moduli, teorici e pratici per una durata di 20 ore. I partecipanti saranno massimo 20 e non è richiesta nessuna conoscenza in materia di GIS.

Si ricorda che è richiesto l’uso del Proprio Personal Computer in modo da applicare immediatamente gli insegnamenti ricevuti. Il software verrà installato il primo giorno del Corso.

.

CONTATTACI se vuoi essere informato sulle prossime date o se sei un Ordine Professionale interessato ad organizzare un laboratorio. Lascia un messaggio e verrai ricontattato.

Programma


  ARGOMENTO DESCRIZIONE ORE
MODULO 1 – STRUMENTI DI BASE
1 Introduzione al GIS, Sistemi di riferimento cartografici. Che cos’è il GIS, breve storia, campi di applicazione, lo stato dell’arte tecnologico, come scegliere un software GIS, i software gratuiti Open Source, installazione del software QGIS. Le proiezioni cartografiche applicate al GIS, i sistemi di coordinate utilizzati in Sardegna, l’EPSG. 1
2 Il Formato dati del GIS Formato raster e formato vettoriale (ESRI shapefile, ECW, CAD, servizi di interoperabilità ecc.). Connessione di QGIS con i servizi web della Regione Sardegna: Web Map Service (WMS) e Web Feature Service (WFS). I Geoportali per il reperimento delle informazione geografiche 1
3 Gestione dei dati vettoriali Tematizzazione, vestizione ed etichettatura dei dati vettoriali. Importazione di punti da file di testo (CSV, txt, asc ecc.), importazione dati GPS 1
4 Gestione dei dati Raster Le ortofoto regionali dal 1954 a oggi, i modelli digitali di terreno (Digital Elevation Model – DEM) 1
5 Interoperabilità del CAD nel GIS Le procedure di importazione ed esportazione dei file GIS in ambiente CAD. 1
Totale ore Modulo I 5
MODULO 2 – STRUMENTI AVANZATI
1 Editing Costruzione di dati vettoriali, creazione e salvataggio di un nuovo shapefile. Editing geometrico e tabellare, strumenti di disegno. 2
2 Tematizzazione avanzata Gestione della simbologia nel GIS. Vestizione e etichettatura delle cartografie tematiche. 2
3 Interrogazioni e filtri Interrogazione dei dati tabellari, interrogazione spaziale, filtro per attributi e filtro geometrico. 1
Totale ore Modulo II 5
MODULO 3 – COSTRUZIONE DI INFORMAZIONI PER LA CARTOGRAFIE ESCURSIONISTICA
1 Gli standard Regionali Organizzazione del database GIS secondo gli standard dei capitolati Regionali per la predisposizione di itinerari turistici (P.O. FESR 2007 – 2013) 1
2 Georeferenziazione di un raster Tecniche di georeferenziazione delle immagini raster (foto aeree, cartografie ecc.) 1
3 Punti di Interesse (POI) Posizionamento e Gestione dei Point Of Interest (POI), costruzione del database specifico 2
4 Costruzione di un percorso/itinerario Tecniche di disegno avanzato per la costruzione di un percorso/itinerario; calcolo del profilo topografico/altimetrico del percorso 1
Totale ore Modulo III 5
MODULO 4 – ESPORTAZIONE E STAMPA DELLE CARTOGRAFIE ESCURSIONISTICHE
1 Costruzione del roadbook Realizzazione del Roadbook come in formato GIS compatibile 1
2 Pubblicazione dei risultati (web) Esportazione nei formati google compatibili (Google Maps, Google Earth, pubblicazione web ecc.); 2
3 Pubblicazione dei risultati (stampa) Costruzione di un layout di stampa per la pubblicazione delle cartografie; impostazione di: coordinate, scala, legenda ecc. 2
Totale ore Modulo IV 5
Totale ore Corso 20

GIS e Fotogrammetria

Gis e Fotogrammetria

Laboratori da 20H

QUALI SONO LE FINALITA’ DEL LABORATORIO? 

Il Progetto formativo è strutturato per fornire ai partecipanti, siano questi professionisti, ricercatori, tecnici di Pubbliche Amministrazioni, studenti ecc., gli strumenti, le tecniche e le tecnologie applicative nel campo della geomatica e del rilievo fotogrammetrico, con la finalità della costruzione di modelli 3D.

Il laboratorio prevede sia l’utilizzo di software liberi open source (QGIS) che l’utilizzo di altre tipologie di programmi specifici per l’argomento trattato, con i quali verranno elaborati sia i dati di nuova acquisizione, sia gli open data messi a disposizione dalle Pubbliche Amministrazioni.

In tutti i moduli sono previste delle sessioni pratiche sulle nozioni apprese.

L’offerta formativa è aggiornata alle ultime novità per quanto riguarda gli aspetti normativi e amministrativi propri degli A.P.R.

Il percorso formativo proposto comprende, per le prime 5 ore, un ripasso delle nozioni di GIS funzionali alla fotogrammetria, indirizzato anche agli utenti che non hanno esperienza nel settore dei sistemi informativi territoriali. Il laboratorio prosegue, con altre 15 ore, sviluppando un percorso finalizzato all’acquisizione di competenze nel campo della geomatica con particolare attenzione agli aspetti legati al rilievo fotogrammetrico (anche via drone).

Al termine del percorso il partecipante sarà in grado di progettare e realizzare una campagna di rilievo fotogrammetrico (anche con aeromobile a pilotaggio remoto), di gestire i dati acquisiti, di estrarre ortofoto, sezioni e modelli 3D. Le conoscenze acquisite saranno utili in molti campi di applicazione, quali conservazione e valorizzazione beni culturali, restauro, cartografia tematica, pianificazione territoriale, turismo, paesaggio, ambiente ecc.

.

QUALI SONO I VANTAGGI DI QUESTO LABORATORIO?

  • Sarai in grado di integrare le conoscenze di GIS con i rilievi fotogrammetrici;
  • Imparerai i principi della fotogrammetria e la restituzione delle informazioni;
  • Imparerai le normative in materia di droni;
  • Potrai costruire un piano di volo o una campagna di rilevamento fotogrammetrico.

.

QUALI SONO LE MODALITÀ DI SVOLGIMENTO?

Il laboratorio è articolato in 4 moduli, teorici e pratici per una durata di 20 ore.

Si richiede l’uso del proprio personal computer, in modo da applicare immediatamente gli apprendimenti ricevuti.

.

CONTATTACI se vuoi essere informato sulle prossime date o se sei un Ordine Professionale interessato ad organizzare un laboratorio. Lascia un messaggio e verrai ricontattato.

Programma


ARGOMENTO DESCRIZIONE ORE
MODULO 1 – GLI STRUMENTI GIS
1 Introduzione al GIS, Sistemi di riferimento cartografici. Che cos’è il GIS, breve storia, campi di applicazione. I software gratuiti Open Source, installazione del software QGIS. Le proiezioni cartografiche applicate al GIS, i sistemi di coordinate utilizzati in Sardegna, l’EPSG. 1
2 Il Formato dati del GIS Formato raster e formato vettoriale (ESRI shapefile, ECW, CAD, servizi di interoperabilità ecc.). Connessione di QGIS con i servizi web della Regione Sardegna: Web Map Service (WMS) e Web Feature Service (WFS). I Geoportali 1
3 Gestione dei dati vettoriali Vestizione ed etichettatura dei dati vettoriali. Costruzione di dati vettoriali ex novo, creazione e salvataggio di un nuovo shapefile. Editing geometrico e tabellare, strumenti di disegno. 1
4 Gestione dei dati Raster Tematizzazione base e avanzata. Analisi ed elaborazione dei dati raster. I modelli digitali di terreno (Digital Elevation Model – DEM). Le ortofoto regionali dal 1954 a oggi. 1
5 Esercitazione Esercitazione guidata sulle principali tecniche GIS 1
Totale ore Modulo I 5
MODULO 2 – PRINCIPI DI FOTOGRAMMETRIA
1 GPS e interoperabilità con i sistemi GIS I sistemi di posizionamento globale. Importazione dati in GIS da GPS. Esercitazione 1
2 Fotogrammetria tradizionale Principi di fotogrammetria. Stereoscopia e restituzione nella fotogrammetria tradizionale. 1
3 Fotogrammetria digitale Strumenti di acquisizione digitale ed elaborazione del dato. DEM, DSM, DTM e la modellazione tridimensionale digitale. 1
4 I Droni e gli Aspetti normativi Cosa sono i Droni (A.P.R.), qual è la normativa di riferimento. 2
Totale ore Modulo II 5
MODULO 3 – IL RILIEVO
1 Aspetti tecnici La fotogrammetria da SAPR. Rilievo topografico con strumentazione GPS con misure dirette di punti a terra stabiliti. 1
2 Il piano di volo Aspetti tecnici da considerare: pianificazione, strisciate, sovrapposizione, GSD, quote di volo e orientamento della fotocamera. 1
3 Elaborazione dati Post-processing ed esportazione delle immagini acquisite tramite software specifici (Photoscan, Cloud compare ecc.). Elaborazione dei dati fotogrammetrici acquisiti: nuvola di punti, mesh, texture, ortofoto. 3
Totale ore Modulo III 5
MODULO 4 – ELABORAZIONE DEL RILIEVO
1 Esercitazione pratica Prova pratica di rilievo e restituzione del dato. Processamento dati: orientamento, generazione nuvola di punti, ortofoto. Elaborazione ed esportazione delle immagini acquisite. 5
Totale ore Modulo IV 5
Totale ore Corso 20

Laboratorio di cartografia tematica avanzata con tecniche GIS

Laboratorio di cartografia tematica avanzata con tecniche GIS

Laboratori da 20H

QUALI SONO LE FINALITÀ DEL LABORATORIO? 

A seguito delle esigenze manifestate dai diversi ordini e collegi professionali intervistati, abbiamo predisposto un programma didattico avanzato, studiato per permettere lo sviluppo di competenze tecniche e tecnologiche per la gestione dei file cartografici di tipo Geographic Information System – GIS compatibile (shape file), ovvero dati compatibili con gli standard dei Sistemi Informativi Territoriali (SIT). La proposta formativa, come da oggetto della presente, è studiata per chi ha già maturato esperienza in materia di GIS e avesse la necessità di approfondire gli aspetti relativi alla cartografia tematica o migrare velocemente verso l’utilizzo di piattaforma gratuita open source, da utilizzare nel contesto lavorativo quotidiano. Il programma didattico teorico-pratico è strutturato per fornire le tecniche e le tecnologie per sviluppare un Sistema Informativo Territoriale e prevede l’utilizzo di software liberi open source e open data, messi a disposizione dalle Pubbliche Amministrazioni. Saranno affrontati e approfonditi, tramite esercitazioni pratiche, tutti gli argomenti necessari per lavorare con gli strumenti GIS. Al termine del percorso il partecipante sarà in grado di creare e gestire cartografie digitali e acquisirà le competenze per lavorare con qualsiasi piattaforma GIS.

QUALI SONO LE MODALITÀ DI SVOLGIMENTO?

Il Laboratorio avanzato è articolato in moduli teorici e pratici per una durata complessiva di 16 ore, suddivise in 4 moduli da 4 ore, pensato per un numero massimo di 15 partecipanti. Si specifica che per la partecipazione al Laboratorio è necessario aver frequentato un Corso o Laboratorio di GIS di base presso SPIVA srl. La metodologia didattica prevede la presenza simultanea di due docenti, al fine di supportare i discenti per le applicazioni pratiche delle nozioni acquisite. A tale scopo è necessario l’utilizzo del proprio personal computer. Ad ogni partecipante verrà rilasciato un Attestato di competenza sugli argomenti trattati e saranno riconosciuti i CFP per l’aggiornamento professionale.

CONTATTACI se vuoi essere informato sulle prossime date o se sei un Ordine Professionale interessato ad organizzare un laboratorio. Lascia un messaggio e verrai ricontattato.

easygis corso gis
easygis corso gis
easygis corso gis

PROGRAMMA


ARGOMENTO DESCRIZIONE ORE
MODULO 1 – LA CARTOGRAFIA GIS DI BASE
1 Introduzione agli strumenti avanzati per la cartografia GIS Introduzione agli argomenti del laboratorio, test di ingresso, panoramica sugli strumenti avanzati per la cartografia GIS (editing avanzato, geoprocessing ecc.), riepilogo sui sistemi di posizionamento ed EPSG 1
2 I dati GIS per la cartografia di base Scelta dei tematismi di base, come reperire i dati, servizi webservices (OGC) Web Feature Service (WFS) 1
3 La tematizzazione della cartografia di base Tematizzazione, vestizione ed etichettatura dei dati vettoriali e raster per la cartografia di base, applicazione degli standard IGMI 2
Totale ore Modulo 1 4
MODULO 2 – LA CARTOGRAFIA GIS PER IL PUC
4 Gestione dei dati vettoriali Tematizzazione, vestizione ed etichettatura dei dati vettoriali secondo gli standard regionali per i PUC (con particolare attenzione alle zone extraurbane) 2
5 Editing delle informazioni Editing tabellare e geometrico delle informazioni GIS sui PUC 1
6 Costruzione della cartografia GIS per il PUC Costruzione e verifica della cartografia GIS, applicazione dei tematismi su base cartografica specifica, integrazione con altre informazioni utili (es. PPR) 1
Totale ore Modulo 2 4
MODULO 3 – LA CARTOGRAFIA GIS DELL’USO DEL SUOLO DA FOTOINTERPRETAZIONE
7 Gestione dei dati Raster per la fotointerpretazione Le ortofoto e le tecniche di fotointerpretazione per l’uso del suolo 1
8 Costruzione dei dati vettoriali per l’uso del suolo Costruzione e salvataggio di un nuovo shapefile per la cartografia dell’uso del solo secondo gli standard Corinne Land Cover 2
9 Editing avanzato Editing geometrico e tabellare 1
Totale ore Modulo 3 4
MODULO 4 – LA STAMPA DELLA CARTOGRAFIA TEMATICA GIS
10 Layout di stampa avanzato per la cartografia tematica Costruzione di un layout di stampa avanzato, impostazione di: cartiglio, titolo, coordinate, scala, legenda ecc. 1
11 Costruzione e allestimento per la stampa di cartografie tematiche

Allestimento per la stampa delle seguenti cartografie:

  • cartografia di base;
  • cartografia del PUC;
  • cartografia dell’Uso del Suolo.
3
Totale ore Modulo 4 4
Totale ore Corso 16

Gis Assistance
X
Benvenuto su EasyGis.it
Vuoi avere informazioni sul Laboratorio GIS e Telerilevamento?
Hai bisogno di ripassare una lezione?